Salute a tre voci: puntata 69 – Proteine

Post Thumbnail
Salute360 Team

A cosa servono le proteine e in quali alimenti sono contenute? Cosa dicono le principali raccomandazioni sul tema?

È online la puntata 69 di Salute a tre voci, il podcast di Salute360 dedicato a salute, scienza e benessere. Una conversazione a più voci per una salute a portata di tutti!

L'ospite di questo episodio è la dottoressa Elena Chiaracane, biologa Nutrizionista che si occupa di divulgazione scientifica sulla sua pagina instagram @elle.inscienceland, concentrandosi sull’educazione alimentare attraverso curiosità ed esempi pratici, sulla prevenzione e il raggiungimento della consapevolezza e sull’importanza della dieta mediterranea.

In questo secondo capitolo dedicato ai nutrienti abbiamo esplorato in compagnia della nostra ospite il mondo delle proteine a partire dalle definizioni da tenere a mente, le funzioni svolte all’interno del corpo umano e le fonti alimentari, fino a raccomandazioni e falsi miti sul tema.

Per saperne di più, puoi ascoltare la puntata di Salute a tre voci dedicata alle proteine qui:

Salute a tre voci, una conversazione a più voci per una Salute a portata di tutti!

Alcuni estratti della puntata

Come vengono definite le proteine?

Le proteine sono delle macromolecole formate da lunghe sequenze di aminoacidi legati tra di loro attraverso dei legami chiamati peptidici, andando così a formare delle lunghe catene. Una proteina può essere formata da una catena unica oppure da due o più catene associate tra di loro. Si trovano in tutte le cellule del nostro organismo e ciò significa che sono le molecole biologiche più abbondanti nel nostro corpo dopo l'acqua. Di base sono costituite da carbonio, azoto, ossigeno e idrogeno, ma possono anche contenere zolfo, fosforo e a volte dei metalli, come il ferro (per esempio nell'emoglobina, ovvero una proteina del sangue che trasporta ossigeno nell'organismo).

A cosa servono le proteine? Quali funzioni ricoprono all’interno del nostro organismo?

Le proteine ricoprono tantissimi ruoli, quindi hanno diverse funzioni nel nostro organismo. Alcune proteine hanno una funzione strutturale o di sostegno, come il collagene o la cheratina delle unghie e dei peli. Altre hanno un ruolo importante in quanto sono in grado di accelerare le reazioni biologiche. Per esempio, gli enzimi digestivi, come le amilasi e le peptidasi sono in grado di trasformare l'amido e le proteine, tagliandoli in unità più semplici per essere poi assorbite dall'intestino. Altre hanno una funzione ormonale come l'insulina oppure hanno un ruolo nel sistema immunitario come gli anticorpi. Vi sono anche delle proteine di trasporto come l'emoglobina, che distribuisce l'ossigeno alle cellule. Sempre nel sangue troviamo anche delle proteine con un ruolo nella coagulazione. Altre ancora hanno una funzione contrattile, come l'actina e la miosina, che permettono ai muscoli di contrarsi. Infine, le proteine possono avere anche funzioni di deposito, possono essere dei recettori, dei neurotrasmettitori o dei regolatori dell'espressione genica.

Si sente spesso parlare di “amminoacidi essenziali”: di cosa si tratta?

Il nostro organismo necessita di aminoacidi per la propria sintesi proteica. Gli aminoacidi proteici sono venti, ma il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli tutti. Per questo motivo vengono detti amminoacidi essenziali in quanto è necessario assumerli ogni giorno attraverso l'alimentazione.

Quali alimenti sono ricchi di proteine e qual è la differenza tra le diverse tipologie di fonti?

Esistono delle fonti proteiche, sia animali che vegetali. In quelle animali troviamo la carne bianca e rossa, il pescato, quindi pesce, molluschi e crostacei, le uova, il latte e i latticini. Le fonti vegetali invece, sono i legumi e i cereali. Questi due, quindi legumi e cereali, se presi singolarmente, non apportano tutti gli aminoacidi essenziali, ad eccezione fatta dalla soia, ma per completare gli aminoacidi mancanti, basta semplicemente associarli tra di loro. Quindi, per esempio, ci si può fare una pasta coi fagioli, i ceci, le lenticchie o un riso, il sugo e piselli, oppure una piadina con dell'humus e verdura, quindi associandoli tra di loro, il loro valore biologico diventa pari a quello della carne. Alcune fonti contengono un quantitativo più elevato di proteine rispetto ad altre, ma per essere sicuri di assumere tutti i nutrienti che servono al nostro organismo, un'ottima abitudine è quella di variare tutte queste fonti durante la settimana.