Dr. Domenico Lo Conte

Dr. Domenico Lo Conte Verificata

Average Reviews

Descrizione attività / Bio professionista

Il dr. Domenico Lo Conte è Chirurgo presso la Divisione di Chirurgia Generale ed Oncologica dell’Ospedale San Giuseppe di Milano (direttore: Dr Dario Ribero). La sua principale attività clinica e di ricerca è focalizzata sul trattamento chirurgico mininvasivo (laparoscopico e robotico) delle patologie oncologiche dell’apparato digerente, in particolare del distretto epatobiliopancreatico e colorettale, di cui ha approfondito gli aspetti tecnici, clinici e scientifici. E’ inoltre esperto nel trattamento chirurgico delle patologie benigne del tratto epatobiliiopancreatico e della parete addominale: quali calcolosi della colecisti, ernie addominali, laparoceli, diastasi addominale. Esegue routinariamente interventi di proctologia. Si è laureato in Medicina e Chirurgia (2011) presso l’Università degli Studi di Napoli (Federico II). Si è specializzato in Chirurgia Generale (2017) presso l’Università degli Studi di Milano.
Durante la formazione specialistica è stato medico in formazione presso la Divisione di Chirurgia Generale, Oncologica e Mininvasiva dell’Ospedale Niguarda di Milano e il centro di formazione avanzata in chirurgia mininvasiva AIMS Academy di Milano. Ha conseguito nel 2016 una Fellowship in Chirurgia Oncologica Digestiva presso il Centre Hospitalier Universitaire de Lille. Ha conseguito nel 2019 il Diploma pratico SIUMB in Ecografia diagnostica di base. Dal novembre 2017 a luglio 2021 è stato chirurgo con attività assistenziali e di ricerca presso la Divisione di Chirurgia Epatobiliopancreatica e Colorettale dell’ Istituto Oncologico di Candiolo, dove ha partecipato con il direttore ed il Pr G. Spinoglio allo sviluppo del Programma di Chirurgia Robotica dei tumori epatobiliopancreatici e colorettali. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e nazionali e di capitoli di libri. Ha partecipato in qualità di relatore a numerosi congressi nazionali e internazionali. E’ membro delle seguenti società scientifiche nazionali ed internazionali: Società Italiana di Chirurgia Endoscopica (SICE), Società Italiana di Chirurgia (SIC), Associazione dei Chirurghi Ospedalieri Italiani (ACOI), Italian Society of Hernia and Abdominal Wall Surgery (ISHAWS), Clinical Robotic Surgery Association (CRSA), International Society for Fluorescence Guided Surgery (ISFGS). In linea con l’evoluzione della moderna chirurgia, per tutti gli interventi l’approccio scelto dal dr. Lo Conte, qualora non controindicato per ragioni cliniche o tecniche, è mini-invasivo laparoscopico, che consente di associare ad una magnificata visione del dettaglio anatomico la precisione del gesto chirurgico. Partecipa routinariamente all’attuazione di tecniche chirurgiche avanzate quali le complesse resezioni epatiche ecoguidate con risparmio di parenchima, le two-stage hepatectomy o le epatectomie maggiori dopo rimodellamento dei volumi del fegato, le resezioni del corpo-coda del pancreas secondo la tecnica “RAMPS” (Radical Antegrade Modular PancreatoSplenectomy), le duodenocefalopancreasectomie con approccio artery-first e l’escissione del mesopancreas o le resezioni coliche con CME (complete mesocolic excision) e linfoadenectomie estese, la TME (Total Mesorectal Excision) per i tumori del retto medio-bassi e la TAMIS (TransAnal Minimally Invasive Surgery) per l’asportazione dei grossi polipi o di alcuni piccoli tumori del retto; interventi mini-invasivi per il trattamento della diastasi dei retti e delle ernie addominali, interventi chirurgici di “posterior component separation” con tecnica “Trasversus Abdominis Release” per la riparazione di laparoceli complessi. L’atto operatorio è poi integrato in protocolli di gestione clinico-assistenziale perioperatori (ERAS -Enhanced Ricovery After Surgery), che garantiscono un recupero clinico ottimale con reinserimento socio-lavorativo precoce. La complessità dei tumori è affrontata dal dr. Lo Conte in equipe con un approccio multidisciplinare e multimodale che garantisce a tutti i pazienti un percorso di cura personalizzato, conforme alle più moderne e validate linee di terapia. La collaborazione costante e integrata in forma di gruppi multidisciplinari (MDT) con i medici dell’Oncologia, della Radiodiagnostica, della Radiologia interventistica, dell’Endoscopia, della Radioterapia, della Medicina nucleare e dell’Anatomia Patologica consente di individuare l’iter diagnostico-terapeutico più appropriato per ogni singolo paziente, presupposto essenziale per l’ottimizzazione dei risultati oncologici e per la possibilità di guarigione.